Chi sono io?

Ogni domanda è un’avventurosa scoperta e qualsiasi scoperta (dell’uomo) si concretizza solo dall’aver prima posto una domanda. Se Colombo non avesse chiesto a se stesso che cosa ci fosse dall’altra parte dell’oceano, non avrebbe mai scoperto l’America e non si sarebbe mai imbarcato in una delle più grandi avventure di tutti i tempi. Non sai il perché, ma te lo chiedi. Ti poni una o più domande, esigendo avidamente delle risposte, anche se sei consapevole che nella vicenda odierna le risposte sono palesemente già parte di te.

Continua…

Gatto ci Cava

Nemmeno l’aria gelida e le temperature quasi polari son riusciti a trattenermi. Il termometro parla chiaro, in alta Val Pontirone, la colonnina è sotto lo zero ed il chill factor lo è ancora di più. Insomma, una tipica giornata come quelle invernali; limpidissima, ventosa e soleggiata. Il terreno, da giorni flagellato dal vento, è completamente gelato e lo “zucchero” portato da N non aiuta di certo nella progressione. Come se tutto ciò non bastasse, sotto il nevischio ogni pietra nasconde un sottile e minaccioso strato di ghiaccio. Com’era logico da intuire, sto avanzando con cautela in un ombroso, rigido versante settentrionale.

Continua…

Poker Day

Se le previsioni per il weekend sono orribili, l’unica soluzione per evadere in alta quota è quella di prendere un giorno libero in settimana. Sempre che se ne abbiano ancora a disposizione perché quelli restanti al sottoscritto sono ormai agli sgoccioli. E la giornata di oggi si è rivelata davvero azzeccata.

Continua…

Nebbia nell’ombra

Me lo sentivo, da qualche parte oggi avrei ritrovato una giornata ben migliore di quella che si presenta dalla finestra al mio risveglio. A volte niente è impossibile, basta volerlo, e così è stato. Non ho mai perso la fiducia, nemmeno quando la speranza sembrava svanire nel nulla e la montagna pareva amaramente volgermi le spalle un’altra volta. La volontà di proseguire in balìa dello spettro oscuro è stata infine generosamente premiata.

Continua…

Ombre nella nebbia

Alpinisti che vengono, alpinisti che vanno, montagna che resta. L’han vista, ammirata e sognata da lontano e da vicino, loro. Han sopportato in silenzio un’attesa che può durare dei giorni, dei mesi o anche degli anni. E quando decidono che il momento è adesso, il loro interesse si focalizza unicamente su di lei, dimenticandosi di tutto ciò che le sta attorno. Soprattutto, si dimenticano o non vogliono credere che lei oggi è maledettamente elusiva.

Continua…