Alla corte di un Re

Esistono spazi di indescrivibile bellezza, in cui regna una solenne solitudine, spazi dal carattere selvaggio, dove il tempo sembra essersi fermato, spazi infiniti e particolarmente arditi. Sono i luoghi della mia immaginazione. Qualora essi si fondono in un unico, grande, magnifico luogo, quell’immagine fantasiosa la posso finalmente guardare con occhi aperti, la posso perfino toccare con mano. Perché adesso, e soltanto per un istante, mi rendo conto di essere testimone dell’immaginazione fatta realtà.

Continua…

Kalymnos, il ritorno.

Eccoci di nuovo nel regno del miele e delle api operaie! L’isola di Kalymnos è rimasta esattamente come l’abbiamo lasciata un anno fa: stessi luoghi, stessi colori, stessi profumi. Quest’anno sembra che il turismo di massa abbia iniziato ad infodere le proprie radici anche qui. Abbiamo notato un aumento di villeggianti che con l’arrampicata hanno ben poco a che fare. Vuoi la crisi economica, l’euro in ribasso, vuoi le turbolenze nel nord africa che hanno dirottato quaggiù un maggior numero di vacanzieri,… Speriamo soltanto che la piccola e tranquilla isola non diventi come le sue sorelle maggiori ben più gettonate.

Continua…

Strahlbann

Assai sovente mi vengono le idee più bizzarre, di solito canzonate dai più. Tuttavia capita, a volte, che qualcuno, per pura compassione o reale volontà, approva la singolare prospettiva partorita dal mio vivace intelletto. Nel caso specifico, chi ha acconsentito di accompagnarmi oggi in un’avventura in parte pionieristica e ambiziosa, deve per forza essere provvisto del desiderio di esserne pertecipe, altrimenti non ci sta.
Perché stavolta di relazioni non ce ne sono, nemmeno sul tomo del Brenna. Potrebbe essere una prima assoluta, potrebbe benissimo non esserlo, fatto sta che noi di tracce di passaggio umano, antico o recente che siano, sul tratto più oscuro della faccenda non ne abbiamo trovate. In buona fede ci piace credere, pur non potendone confermare la veridicità, di aver scavalcato alcuni di quegli arditi torrioni e di aver percorso integralmente tutta la cresta per la prima volta.

Continua…