E’ Primavera

E’ Primavera e i fiori cominciano a sbocciare.
I prati sono verdi, le rondini tornano e gli animali si svegliano
dopo aver dormito tanto nel lungo letargo.
Gli alberi non sono più spogli e l’atmosfera si fa più calda.

La Primavera è bella perché gli uccellini cinguettano.
Si tolgono i vestiti pesanti e si mettono quelli leggeri.
Si gioca più a lungo all’aperto, perché le giornate sono più lunghe.
Quello che mi piace di più in Primavera è la natura che cambia.

Io in Primavera vado in montagna, a Prato Leventina,
forse resterò lassù anche a Pasqua.
A Primavera gioco sempre al “gioco della Primavera”,
che ho inventato io. ( 🙂 )

 

“Pensierini”, marzo 1987

 

 

 

 

Che fretta c’era?

Maledetta Primavera! O forse sarebbe meglio dire “Maledetto Inverno!”. Nel week-end appena trascorso si è visto un po’ di tutto: neve rigelata, polvere (sì! ma poca), neve-palta (grazie Mac per il termine), neve-plastica (nuovo termine, Mac prendere nota), neve non meglio identificabile, colate spontanee, “crêpes suzettes” e “brioches”, caldo, fresco, sole, nebbia, fiocchi di neve, gocce di pioggia, ganne di sfasciumi, drose, rododendri e cespugli vari affioranti, crochi e primule, ciuffi d’erba e praterie, cascatelle rigogliose, sentieri estivi già ben identificabili in quota, ubriachi erranti che hanno lasciato tracce di salita da premio nobel, perfino gente in giro in mutande… 🙂

Continua…