Per veri intenditori

Un poggio dal notevole spessore panoramico (e polveroso); lo sa bene il sottoscritto, lo sa bene anche un signore del monte di sotto il cui nome inizia con G. Neve quasi immacolata nonostante il forte vento da Nord del giorno prima, qualche “wuuum” di assestamento udito tanto per ricordarci che oggi non si scherza ma nulla più.

Ready to ride

 

E che gioia rivedere da un balcone privilegiato quelle cime tutte in fila, la metà delle creste del Ticino è tutt’attorno ai miei occhi. Per ognuna di quelle alture c’è il ricordo nel mio sorriso, un pizzico di malinconia e la voglia di ritornare.

Memorie a parte, oggi è davvero una splendida giornata, rimasti in vetta quasi 2 ore mentre il sole faceva il suo dovere con la dura crosta della neve più in basso. “Scendiamo che poi ci beviamo una birra?” Proviamo il pendio… tiene, perfetto!

Come nei pendii aperti della cima, anche nel bosco la sciata è decisamente una figata! C’è talmente tanta neve polverosa pure tra gli abeti che risulta impossibile grattare le solette contro qualcosa di duro. Come sempre, in un attimo è già tutto finito ma si potrebbe risalire per rifarla? Uhm, no… meglio la birra stavolta!

Sbagliando stradina per raggiungere il paese incappiamo in un signore molto gentile che ci offre ospitalità nella sua cascina. Guarda caso anche lui conosce quel signore il cui nome inizia con G, aneddoti interessanti sono giunti alle mie orecchie! Eh eh eh!

Decisamente un luogo per soli intenditori.