Rosso di sera

Sostare nell’erba dorata con gli occhi rivolti al tramonto denota il pregio di esserne spettatore e di possederne la libertà, anche soltanto di poterlo fare. Le giornate si accorciano, i contrasti si allungano e l’anima ammira quel tono acceso che ne è il cambiamento.

 

Così come le stagioni, e con esse, partecipiamo al cambiamento pure noi. Sono felice, quest’anno, di vivere di nuovo l’autunno in tutto il suo decorso e con la speranza di poter assistere ad un buon inverno.

La neve che non vedo cadere da quasi due anni, quella sì che un po’ mi è mancata. Pensare che la polvere bianca se ne stava su in cima al vulcano pietrificato, soffice e leggera a sfiorare il cielo, in mezzo all’oceano, tra fiumi di lava bollente.